Custodire il nostro Fuoco Interiore

Intervista con Renata Murez e Nyei Murez
pubblicata su Visionen Magazine, Giugno 2014.

Renata Murez e Nyei Murez sono le condirettrici creative di Cleargreen, società di Los Angeles fondata da Carlos Castaneda che sponsorizza workshops di Tensegrity®. Tensegrity® è l’adattamento moderno della via del benessere insegnato al Dr. Castaneda, Florinda Donner-Grau, Taisha Abelar e a Carol Tiggs da don Juan Matus, un veggente indiano Yaqui di Yuma, Arizona e Sonora, in Messico, ed erede di una stirpe di veggenti che ha origine in Messico più di diecimila anni fa. Tensegrity® include: Magical Passes ® (passi magici)-movimenti e respirazioni scoperti in stato di consapevolezza accresciuta dai veggenti del Messico antico, e che portano un benessere sia fisico che energetico, e comprende auto-riesame, il sognare e la pratica del silenzio, e una combinazione di trasformazione di tutti chiamata Theater of Infinity® (Teatro dell’Infinito): una pratica in cui i partecipanti recitano, con un gruppo di coetanei di supporto, scene della propria vita quotidiana in modo che possano rendere più consapevoli e vitali le scelte quotidiane.

Qui raccontano come praticare Tensegrity® e il Theater of Infinity® (Teatro dell’Infinito) aiutano a connettersi con e prendersi cura del proprio fuoco interiore, o energia vitale, muovendo vecchi e limitanti accordi sociali e culturali sul genere, età, ecc., per accedere all’essenza più profonda di chi siamo e perché veramente siamo qui.

Che cosa si intende per collegarsi con e prendersi cura del proprio fuoco interiore?

Per i veggenti del lignaggio da cui Tensegrity® nasce, ognuno di noi ha un fuoco interiore, un bagliore di vitalità e di consapevolezza che illumina e prende il sopravvento quando ci impegniamo in qualcosa con tutto il nostro essere. Gli spagnoli lo chiamano duende che viene dallo spagnolo antico duen de casa-proprietario della casa, e si riferisce ad un piccolo elfo o folletto creatura del mito iberico o latino-americano, spesso malizioso, che prende temporaneamente possesso di persone e mostra loro la meraviglia della natura.

Federico Garcia Lorca descrive duende come: quella “forza misteriosa che ognuno sente e nessun filosofo ha spiegato,” che “cresce bruscamente, all’interno, dalla pianta dei piedi, ‘” “insomma, lo spirito della terra …”

Quando ci connettiamo con il duende, quel fuoco interiore dentro di noi, il proprietario è in casa, per così dire. Siamo collegati con la nostra fonte creativa, la terra e i suoi cicli, la nostra anima, che è collegata, in stato di meraviglia, a ogni cosa.

Che cosa alimenta quella connessione con il proprio fuoco interiore? 

Un elemento chiave è: l’osservazione e l’allineamento con i propri cicli giornalieri di fuoco, l’ascesa e la caduta del proprio livello di energia. Ad esempio, se il tuo essere inizia ad animarsi con il sorgere del sole allora ti puoi allineare con questo e seguire quell’ascesa di energia, facendo alcuni momenti di silenzio per iniziare la giornata, sentendo i piedi sulla terra, praticando i Magical Passes® (Passi Magici). E mentre il sole si muove in alto, ti puoi sentire più aperto, un buon momento per pianificare telefonate e incontri e connetterti con gli altri. E se la tua fiamma inizia a diminuire con il sole intorno alle 16 o alle 17:00, piuttosto che tentare di “potere attraverso” quell’ora, o dire al capo la tua nuova idea per organizzare le attività di lavoro, potresti prendere alcuni momenti, fare dello stretching, andare fuori per un po’ di aria fresca, e salvare quella conversazione per un momento in cui hai più energia per interagire. Molte culture già seguono questa saggezza con la siesta.

Se seguiamo i nostri ritmi naturali di energia, allora impariamo a dirigere il nostro fuoco interiore più saggiamente, verso attività creative e produttive. Noi siamo meno propensi a mal indirizzare il nostro fuoco vitale in distrazioni inutili, o ad essere offesi dalle azioni altrui, o a trattare argomenti inutili. Se c’è una vera differenza di visione, possiamo approcciarla rispettosamente, con la nostra migliore presenza, in un momento in cui tutti sono più disponibili ad ascoltare gli uni gli altri e a trovare soluzioni.

Ed anche, seguendo i cicli del nostro fuoco interiore, abbiamo più energia e più consapevolezza per scegliere le azioni e gli accordi che sono in linea con la nostra vera essenza. Noi siamo meno propensi a tornare su contratti o accordi sociali inconsci e limitanti che offuscano la nostra fiamma, accordi basati sul genere sessuale, sull’età, ecc., come ad esempio: “Come donna, devo cercare di compiacere gli altri, ignorando le mie esigenze.” Oppure: “Come uomo, io devo finire questo lavoro da solo, dal momento che sembrerò debole se chiedo aiuto.” O: “Come uomo o donna di qualsiasi età, penso di poter fare tutto, e perché non posso farlo.” O: “Ho tenuto questo ritmo frenetico fin dai miei vent’anni, dovrei essere in grado di farlo ora.”

Mentre ci prendiamo cura della fiamma interiore, abbiamo più energia disponibile per rivedere e decidere: quali accordi personali realmente provengono dalla nostra essenza e quali vogliamo rivedere o evolvere, facendo i piccoli cambiamenti necessari, costantemente nel tempo, per creare e vivere nuovi accordi. Alcuni esempi di tali nuovi accordi potrebbero essere: “E’ più vantaggioso per tutti gli interessati, se faccio loro sapere che ho bisogno di aiuto per completare questo”, oppure “Posso sentire il benessere a qualsiasi età”, o “Ora vedo per esperienza che le cose funzionano meglio se regolo il mio ritmo.”

Carlos Castaneda diceva che lo stesso mondo degli esseri umani è un accordo. Ci viene insegnato da bambini come vedere e capire il mondo in un modo su cui tutti sono d’accordo. Tuttavia, ciò che noi chiamiamo realtà è solo un modo di vedere il mondo, un modo istituito con il nostro consenso sociale. Tale consenso sociale ci dà la possibilità di navigare nel mondo sociale, ma pone anche le nostre opzioni nella vita, e noi silenziosamente acconsentiamo, ponendo un limite alle nostre possibilità quasi illimitate, tagliando le nostre ali, per così dire. Oppure ci ribelliamo, facendo resistenza a quello che ci hanno insegnato, piuttosto che rivendicare i molteplici e vari doni che ci hanno dato.

E’ il nostro cammino nella vita, se lo scegliamo, di accedere al meglio di ciò che abbiamo imparato dalle nostre famiglie e culture, di abbracciare quei contratti che ci servono bene, e di andare oltre gli accordi che limitano, di far ricrescere le nostre piume, per trovare gli accordi reali del nostro cuore, quelli che aumentano anziché oscurano la nostra luce interiore.

Questo è illustrato molto bene dalle stesse parole di accordo, che trasmettono la condivisione di una visione, oppure andare insieme come unità: Einigung, Übereinkommen, Vereinbarung.

La radice latina, accordare, della parola ‘accordo’ nelle lingue romanze, accordo in italiano, accord in francese, acuerdo in spagnolo, si riferisce ad essere di un solo cuore, risonanza da cuore a cuore, o essenza a essenza.

Il cuore è dove siamo legati ognuno con il nostro essere di energia, il nostro fuoco interiore, o essenza dell’anima.

Quali sono le conseguenze sociali di persone che seguono il proprio “fuoco interiore”?

Una persona che ha quel fuoco interiore vivo può illuminare una stanza intera, un’intera comunità.

Ognuno di noi ha la propria luce unica da condividere. E arriva quando la chiamiamo. Può essere suscitata da qualcosa che ci ispira, o da una sfida degna. Se affrontiamo la paura che arriva incontrando una nuova sfida, la nostra paura può trasformarsi in eccitazione.

La psicologa Kelly McGonigal ha fatto una famosa conferenza online, su TED, in cui condivide la ricerca che dimostra che il nostro atteggiamento mentale, o il modo in cui vediamo le sfide o lo “stress” è intimamente legato alla nostra risposta fisiologica. Lei cita un recente studio di Harvard in cui i partecipanti sono stati addestrati a pensare alle proprie risposte in termini di stress – aumento del battito cardiaco, sudorazione, ecc. – come aiuto. Quando i partecipanti hanno fatto un “test di stress”, il loro battito cardiaco aumentava, ecc. ma, stranamente, i vasi sanguigni sono rimasti rilassati e aperti, una combinazione di risposta che rispecchia da vicino la fisiologia della gioia!

Inoltre, fa notare, quando siamo sotto stress, insieme all’adrenalina e altri ormoni, il nostro corpo rilascia anche ossitocina: un ormone legante! Così le nostre risposte biologiche naturali ci chiedono di connetterci con gli altri, piuttosto che isolarci durante una sfida.

Quindi, se vogliamo accedere alla nostra vera essenza, abbiamo bisogno di reinterpretare lo “stress”. Come ha detto don Juan Matus, “Un guerriero prende tutto come una sfida, mentre una persona normale prende tutto come una benedizione o una maledizione.” La nostra consapevolezza, il nostro benessere, il nostro fuoco interiore si arricchiscono affrontando le sfide. E tutti possiamo essere guerrieri di questo tipo, lavorare con gli altri per affrontare le sfide in modi che servono il benessere della nostra comunità.

Questo è dove la pratica del Theater of Infinity® (Teatro dell’Infinito) è così utile. Mentre recitiamo noi stessi, o altri in scene di vita quotidiana, possiamo ottenere un quadro più completo di come stiamo dirigendo il nostro fuoco interiore, l’atteggiamento che potremmo assumere abitualmente, il nostro dialogo interno, le nostre reazioni, risposte e scelte. E, impregnando quelle scene con l’energia fresca che i Magical Passes® (Passi Magici) portano, otteniamo una nuova visione del ruolo che abbiamo recitato, e come potremmo reindirizzare il nostro fuoco interiore per recitare la scena, e la nostra vita, in modo diverso.

Cominciamo a vedere che recitiamo molti ruoli in un giorno, e in una vita. E potremmo trovare una maggiore empatia per gli altri e i ruoli che interpretano. E possiamo scegliere se recitare i nostri ruoli con piccole fiamme di turbamento per lo “stress” che portano, o invece divertendoci per la sfida che presentano: le opportunità per imparare, per trovare il coraggio di andare oltre i contratti limitanti riguardo a quello che possiamo fare o essere, per accendere le parti nascoste della nostra anima, e nuove possibilità per la nostra comunità.

Annunci