Il fuoco dal profondo

Il FUOCO DAL PROFONDO

Secondo i veggenti del Messico antico tutti gli esseri viventi muoiono perché devono ridare indietro la consapevolezza che hanno ricevuto dall’Aquila alla nascita. Quando nasciamo, l’Aquila ci dà una certa quantità di consapevolezza che tutti noi siamo tenuti ad incrementare per poi restituirla… e questo atto di forzarci ad aumentare il nostro livello di consapevolezza è il modo in cui l’Aquila -Infinito o mare oscuro della consapevolezza- ci dà il suo affetto… dopo averla ripresa indietro la ridistribuisce nuovamente a tutte le creature viventi… leggi: consapevolezza = affetto. I veggenti del lignaggio di don Juan hanno però scoperto che l’Aquila non è affatto interessata alla nostra morte, ma solo alla consapevolezza che rivuole indietro, così essi hanno escogitato una sorta di stratagemma: la Ricapitolazione. Si tratta di ridare indietro all’Aquila la consapevolezza prodotta dalle nostre esperienze di vita, senza dover necessariamente morire.

“Ad ogni essere vivente è stato concesso il potere, se così desidera, di cercare un varco verso la libertà e di attraversarlo. E’ evidente a colui che vede, così come alle creature che lo attraversano, che l’Aquila ha concesso tale dono allo scopo di perpetuare la consapevolezza.” “Attraversare la frontiera verso la libertà non significa vita eterna nell’accezione comunemente data all’eternità, ossia vivere per sempre. Significa piuttosto che il guerriero è in grado di mantenere la consapevolezza che, di solito, viene abbandonata al momento della morte. Al momento dell’attraversamento, il corpo nella sua interezza è saturo di conoscenza. Ogni cellula diviene immediatamente consapevole di sé nonché della totalità del corpo.” ( Carols Castaneda, ‘La Ruota del Tempo’, pagg. 195 – 196 )

il fuoco dal profondo

Questo è propriamente quello che gli sciamani chiamano fare il fuoco dal profondo, ovvero un modo di andarsene da questo mondo senza morire, ridando indietro all’Aquila una copia della consapevolezza acquisita tramite le nostre esperienze di vita, senza però abbandonare la nostra forza vitale… fare il fuoco dal profondo vuol dire trasformare tutto il nostro essere in un’energia particolare che ‘conserva il marchio della nostra individualità’, trasferendo tutta la nostra consapevolezza nel corpo energetico e diventando pura energia… ed avendo in questo modo accesso a quella che viene definita la libertà totale.

Attraverso la Ricapitolazione possiamo restituire all’ Aquila la nostra consapevolezza acquisita abbandonando durante la nostra vita tutte le nostre esperienze.

 

Annunci