L’ importanza personale

L’ arroganza è un’altra cosa che deve essere abbandonata, proprio come la storia personale. Il mondo intorno a noi è molto misterioso. Non concede i suoi segreti facilmente. Ora stai cercando di perdere l’importanza personale. Fino a che ti senti la cosa più importante del mondo, non potrai apprezzare veramente il mondo che ti circonda. Sei come un cavallo con paraocchi: tu vedi solo te stesso. Mi esaminò un momento. “Adesso parlo qui con la mia amichetta” – disse, indicando una pianta piccola. Si inginocchiò di fronte a lei ed incominciò ad accarezzarla ed a parlarle. Al principio non capii quello che diceva, ma dopo cambiò lingua e iniziò a parlare alla pianta in spagnolo. Borbottò delle stupidità per un momento. “Non importa quello che dici ad una pianta – disse – La stessa cosa va bene anche se inventi le parole. La cosa importante è farle sentire che ti sta simpatica e trattarla come un’ essere uguale a te”. Spiegò che se qualcuno raccoglie le piante deve scusarsi ogni volta per farlo, ed assicurare loro che un giorno anche il suo corpo servirà loro da alimento. “Perciò, in fin dei conti, le piante e noi siamo uguali – disse -. Né esse né noi abbiamo più o meno importanza”. “Cammina, parla alla pianta – mi sollecitò – parlale fino a quando non perdi il senso di importanza. Parla fino a quando puoi farlo anche davanti agli altri. Devi parlare con una voce forte e chiara se li vuoi che lei ti risponda”.
Da Viaggio a Ixtlan di Carlos Castaneda

11813247_929246270454447_4474279515313365848_n[1]

Annunci