Poesie

Le caratteristiche di un uccello solitario sono cinque

la prima, che vola verso il punto più alto ;

la seconda, che non sopporta compagni, neppure simili a lui;

la terza, che mira con il becco ai cieli;

la quarta, che non ha un colore definito;

la quinta, che canta molto dolcemente.

Juan de la Cruz

 

Pregiera di un paracadutista francese

Dammi, Signore mio Dio, quel che ti resta;

quello che nessuno ti chiede.

Non ti chiedo né il riposo, né la tranquillità;

né dell’anima, né del corpo.

Non ti chiedo né la ricchezza,

né il successo, né la salute.

Tanti ti chiedono questo, mio Dio,

che già non ti deve bastare per darne.

Dammi, Signore, quel che ti resta.

Dammi quello che tutti rifiutano.

Voglio il pericolo e l’inquietudine.

Voglio la lotta e la tempesta.

Dammi questo, Signore, definitivamente.

Dammi la certezza

che questa sarà la mia strada per sempre.

Perché non sempre avrò il coraggio

di tornartelo a chiedere.

Dammi, Signore, quel che ti resta.

Dammi quello che gli altri non vogliono.

Però dammi il coraggio,

la forza e la fede.

 

Così sia.

 

 

Testo tratto dalla intervista a Carlos Castaneda di Bruce Wagner (Details Magazine)

“C’è una canzone che Don Juan amava molto, diceva che chi l’aveva scritta era quasi arrivato al centro della faccenda. Don Juan sostituiva una parola per renderla perfetta. Metteva libertà al posto di amore”.

Si vive solo due volte

o così almeno sembra.

Una volta per te stesso

e una per i tuoi sogni.

Scivoli attraverso gli anni

e la vita ti sembra senza sorprese.

Finché un sogno appare

e libertà è il suo nome.

E libertà è uno sconosciuto

che ti fa un cenno.

Non pensare al pericolo

o lo straniero sparirà.

Questo sogno è per te

quindi pagane il prezzo.

Trasforma un sogno in realtà. (*)

(*)Titolo originale “You only live twice”, di Barry-Bricusse, 1967, canzone del film omonimo della serie James Bond, di Jan Fleming

 

 

Annunci